CategoriaInterviste

Intervista a Stefania Campioli. L’accessibilità urbana

Siamo abituati a lavorare a compartimenti stagni. Così, per esempio, chi si occupa di accessibilità digitale conosce poco o nulla di quella urbana. Ho contattato Stefania dopo aver scoperto il suo libro, "Città inclusiva e senza limiti. Progettare luoghi per le persone nella società contemporanea", chiedendole la disponibilità per una breve intervista, eccola!

Intervista a Rossella Canzi. Liutaia.

Erano anni che cercavo, senza successo, una chitarra che si adattasse ad alcune mie esigenze un po' particolari (suono con un'accordatura in DO, ma con il RE al cantino). Poi un giorno la serendipità mi ha portato a navigare nel sito di Rossella Canzi. Sarà deformazione professionale la mia, ma la qualità della comunicazione per me è correlata al saper fare. E Rossella è proprio brava a raccontare la sua arte. Così ho deciso di contattarla e farmi costruire una chitarra da lei.

Intervista ad Andreia Jeque. Inclusione e comunicazione

«Italiani brava gente», si diceva dopo la seconda guerra mondiale. Un mito ovviamente. Non siamo per nulla brava gente, perlomeno non più di altri popoli. Il tema del razzismo in Italia è ampiamente sottovalutato, se non rimosso. C’è ancora in molti l’illusione che sia un problema altrui. Eppure basta studiare la nostra storia coloniale o pensare a come l’immigrazione sia stata gestita negli ultimi due decenni per avere qualche dubbio.